“Le voyage dans la lune” al colori apre l’edizione 2011 di Cannes

Ebbene si, la versione a colori della nota pellicola, “colorata” dallo stesso Méliès e restaurata a 18 anni dal suo ritrovamento dalla Technicolor, aprirà l’11 maggio il prossimo Festival di Cannes. Il restauro, costato 400 mila euro per 14 minuti di pellicola (il restauro più costoso della storia del cinema), prevede anche una scelta del tutto originale sulle musiche. È noto infatti che Méliès non si curasse della colonna sonora dei suoi film, lasciando ai distributori la libertà di suonare in sala la melodia che preferivano. Saranno allora gli AIR, vere e proprie glorie della musica elettronica francese, a riscrivere le atmosfere sonore del primo grande film di fantascienza della storia del cinema. L’equipaggio di Space Metropoliz saluta con entusiasmo questo evento, orgogliosi di iniziare ufficialmente il loro viaggio cinematografico due giorni dopo la proiezione a Cannes della rara pellicola, e nell’anno in cui (l’8 dicembre) si festeggeranno i 150 anni dalla nascita di Georges Méliès.

13 Maggio- SPACE METROPOLIZ A BIENNALESPAZIOPUBBLICO

13 Maggio- SPACE METROPOLIZ A BIENNALESPAZIOPUBBLICO

LA CITTÀ EVENTUALE, COME LA CITTÀ SI TRASFORMA ATTRAVERSO GLI EVENTI
Roma, 13 Maggio: ore 15.00 – 19.00 – Facoltà di Architettura – RomaTRE (ex Mattatoio) – Aula E

PROGRAMMA:
Ore 15:00 – Introduzione, Ilaria Vitellio
Ore 15.15 –  24 Esperienze a confronto

  • Massimo Allulli, Grandi Eventi: rischio o opportunità per lo Spazio Pubblico? Riflessioni a partire dalla ZAC Clichy Batignolles
  • Anna Attademo, London Goest Est
  • Agata Spaziante, Torino eventuale. Processi di rigenerazione urbana ed effetti sugli spazi pubblici, attorno allʼevento olimpico
  • Giuseppe Parità, Post-Event City. Quel che resta del sogno
  • Claudia Roselli, New Delhi: trasformazioni nei territori ibridi della metropoli indiana contemporanea
  • Pourya Nazemi, Temporary transformation of public space function in the historic center of Persian cities
  • Corso di Laurea in Turismo,
  • Eventi e Territorio
  • UrbanTranscript, Roma in gioco (Video)
  • Tiziana Amicuzzi, Scrivere storie nelle geografie: microstorieArvalia, un laboratorio territoriale di UrbanExperience
  • Sara Serravalle, “Fatti la piazza tua” Dalle idee a un progetto autosostenibile per piazza Testaccio
  • Elena Lorenzetto, “Gli abitanti centrano?”. Lʼincursione partecipata in un centro in crisi
  • LUA-Associazione Laboratorio Urbano Aperto, “Scusi, per via Leuca?”. Laboratorio del Piano di rigenerazione urbana del quartiere Leuca
  • Mario Festa, Un Villaggio dellʼArte nel Matese
  • Michela Pasquali, Giardiningiro
  • Francesca Cognetti e Serena Conti, La terra della città
  • Walter Giacovelli, Footour, missione girasole
  • Enrica Gialanella e Luigi Viapiano, Percorsi narranti (Video)
  • Augusto Pirovano, Critical City Upload
  • Elisabetta Rosa e Raffaella Valente, tYps – tell your public space. Un concorso, una ricerca, una campagna
  • Anna Uttaro, Green guerrillas vs spazi pubblici. Quando la “lotta” si tinge di verde
  • Antonio Cobo, L`effimero come evento: spazio pubblico gonfiabile
  • Donata Tchou e Maria Veltcheva, Nowhere being
  • Fabrizio Zanni, Luoghi urbani ibridi a Milano
  • Simona Chiapparo, People making the spaces. Human bodies as reflexivity properties for contemporary cities transformations
  • Giorgio de Finis e Fabrizio Boni, Space Metropoliz

Ore 17:15 – Riflessione a partire dalle esperienze, Andrea Pollarini
Ore 17:45 – Discussione collettiva, Agata Spaziante
Ore 18:30 – Conclusioni, Alberto Abruzzese

Per la geografia di tutte le proposte presentate alla sessione si veda: http://www.biennalespaziopubblico.it/mappa-citta-eventuale/